indice articolo Indice

Prima di pensare a come comunicare sul web, assicuriamoci di avere qualcosa da dire

1 Aprile 2019

Nomi, Cose, Città

POTRESTI INOLTRE LEGGERE:

Perché ci piace parlare di Dove
BFENTERPRISE

Contenuti che funzionano

I am sittingAnd he fills it
In the morningOnly halfway
At the dinerAnd before
On the cornerI even argue
I am waitingHe is looking
At the counterOut the window
For the manAt somebody
To pour the coffeeComing in

 

Queste strofe di Susanne Vega ci calano in una situazione quasi banale: c’è una persona, la protagonista, seduta in un Diner americano in attesa del suo caffè mattutino. Noi guardiamo lei, lei guarda l’inserviente che a sua volta guarda qualcuno entrare dalla porta.
E poi? La domanda sorge spontanea.

Tom’s Diner: chi ha aperto quella porta?

Questa canzone ha tutte le caratteristiche di una comunicazione web efficace. Poche e semplici parole che ci fanno intuire l’inizio di una storia che ci interessa o quanto meno ci incuriosisce perché sappiamo che chi l’ha scritta HA qualcosa da raccontare. Lo capiamo senza neanche il bisogno che ce lo spieghi.
A5, colpiti e affondati: è già la seconda volta che attingiamo al repertorio musicale per parlare di contenuti che funzionano.

Ma torniamo a noi.

Tom’s Diner sembra quasi uno script per la pubblicità di un grande brand, un piccolo capolavoro di comunicazione. Sapete perché?
Perché è nata prima la storia – ovvero il messaggio – e poi sono arrivate le parole che la raccontano.

Dovrebbe essere sempre così, anche e soprattutto nella comunicazione online. Anche e soprattutto quando prepariamo i testi di un sito web aziendale.

Forma e contenuto di una comunicazione efficace

Prendiamo ad esempio il sito web istituzionale di un’azienda.  
Si sente spesso parlare di quanto sia importante definire il tono di voce e gli accorgimenti stilistici che stanno alla base di tutti i testi. Ormai conosciamo a memoria la scaletta:

  • stabilire gli obiettivi di comunicazione da raggiungere
  • studiare il target di riferimento
  • definire l’identità del brand
  • scegliere il tono di voce e gli accorgimenti stilistici da seguire nei testi

Queste operazioni sono sacrosante se state pensando a come comunicare sul web, ma hanno a che fare con la forma più che con il contenuto.
Le parole sono come l’hardware di un computer: per quanto possano essere piacevoli e chiare hanno bisogno di ben altro per prendere vita.
Il messaggio da comunicare è il software, il contenuto che fa funzionare delle parole che altrimenti rimarrebbero molli (per non dire vuote, e noiose).
Cosa stiamo promettendo ai nostri clienti attraverso il nostro prodotto o servizio?
Questa domanda viene ben della scelta delle parole da utilizzare in un buon sito web.
La scaletta di operazioni di cui parlavamo prima andrebbe dunque rivista così:

  • stabilire gli obiettivi di comunicazione da raggiungere
  • studiare il target di riferimento
  • trovare un messaggio importante per noi e per il nostro pubblico
  • definire l’identità del brand
  • scegliere il tono di voce e gli accorgimenti stilistici da seguire nei testi

Questo è ciò che serve per avere una comunicazione web efficace.
Giustamente volete qualche esempio.
Ne avete tutto il diritto. Chiedete e vi sarà dato!

Esempio n.1

Nutella promette sorriso e buonumore, facendo sentire importanti i suoi fan. Fonte: Blog.giallozafferano.it

Esempio n.2

Qui l’articolo in cui approfondiamo la comunicazione di Dove.  

Esempio n.3

Sky promette un intrattenimento comodo, presente, quotidiano. Fonte: Advertiser.it

E poi?

“I finish up my coffee

And it’s time to catch the train.”

Chissà cos’è successo in mezzo. Neanche a dirlo, andiamo a leggere tutto il testo per trovare la risposta.

ARTICOLI

CORRELATI

Iscriviti alla nostra newsletter!

Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.

Ho letto e accetto i termini della informativa sulla privacy e acconsento il trattamento dei dati


IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU