Dobbiamo costruire questo mondo insieme, o non avremo più futuro – Intervista a Ottica Signoressa

Dobbiamo costruire questo mondo insieme, o non avremo più futuro – Intervista a Ottica Signoressa

Pubblicato il: 4 Novembre 2022

Categoria: Interviste

Ottica Signoressa

Chi è Ottica Signoressa

Un negozio di Ottica di Signoressa (Treviso), con due persone molto speciali a guidarlo. Stiamo parlando di Claudio e Ludovica, ottici professionisti che da qualche anno si sono messi in gioco con la comunicazione online, ora con i social. Abbiamo avuto modo di conoscerli e lavorare con loro: sono persone alla mano, curiose, aperte e disponibili – talmente disponibili che hanno anche accettato di dedicarci del tempo per questa intervista 🙂

 

Buongiorno e grazie di essere qui con noi! Iniziamo con una curiosità: com’è il mercato dell’ottica, oggi? Che cambiamenti avete notato nel corso del tempo?

Il mercato dell’ottica oggi si presenta come un mercato in crescita, ha risentito del periodo Covid, ma il clima di fiducia sembra aumentato ed è aumentata la propensione per l’acquisto di qualità. Da qualche anno ormai la vendita dell’occhiale si divide tra grossi gruppi e piccole realtà che si propongono a una clientela più attenta a soluzioni personalizzate, orientata su un prodotto di maggior valore.

 

Quando e perché avete sentito l’esigenza di portare online il vostro brand?

Siamo una realtà presente da molti anni nel territorio. Gli eventi vissuti in questi ultimi tre anni ci hanno spinto ad attivare nuovi mezzi di comunicazione con i clienti a noi meno affini, ma più consoni ai tempi; non solo SMS, numero dedicato, WhatsApp, mail, ma anche i social, che riteniamo essere la forma di comunicazione più stimolante e coinvolgente.

 

Da cosa siete partiti, sempre per lanciare il brand online?

Abbiamo un sito internet e la scheda Google My Business che ci sta dando visibilità orientando i nuovi clienti nella ricerca su Google Maps o verso il contatto telefonico.

 

Il web è un mondo di lupi affamati di visibilità e attenzione. Che armi mettete in valigia per affrontare a testa alta questo mondo?

Vero, il mondo del web può diventare un posto dove anziché trovare ciò che si cerca si rischia di smarrirsi, attratti da “offerte imperdibili, promesse..”. Da parte nostra stiamo cercando di equipaggiarci con la voglia di trasmettere ciò che siamo, con sincerità trasparenza e onestà.

 

Veniamo ai social: cosa ne pensate di queste piattaforme? Un “male necessario”, o una buona risorsa per le aziende? Potete dire la vostra liberamente, senza peli sulla lingua!

Piattaforme social? Una realtà che esiste e per noi può essere un’opportunità per iniziare ad esserci e comunicare.
Definire “social” un luogo virtuale dove ci si mette in relazione con un’altra Persona guardando un monitor pigiando sui tasti di una tastiera non è il nostro modo di socializzare; può sembrare anacronistico ma incontrarsi di persona, salutare con una stretta di mano e un sorriso guardandosi negli occhi secondo noi è molto social. Il nostro obiettivo è utilizzare le piattaforme per creare interesse, informare e invitare le Persone a venirci a trovare e cominciare a conoscerci iniziando proprio con un sorriso e una stretta di mano.

 

Come vedete il futuro del vostro mestiere? Come evolverà secondo voi, anche grazie alla comunicazione online?

Dico sempre che abbiamo avuto la fortuna di fare un mestiere che si impara in bottega. L’ottica è definita arte ausiliaria medica e ancora oggi in bottega si impara l’arte, la cultura del saper fare che dà un valore aggiunto alle piccole cose, come saper fare una riparazione, adattare una montatura, fare un controllo optometrico. Il futuro sarà tutto questo, con diversi modi di scegliere l’occhiale: in maniera tradizionale, indossando la montatura o utilizzando un’applicazione che consenta, dopo una scansione del viso, di personalizzare forma, colore e dimensione della montatura. Questo futuro esiste già, e attrae soprattutto i millenials che ci piacerebbe informare e coinvolgere online in questa nuova esperienza d’acquisto.

 

Dopo tutte queste domande impegnative, un po’ di leggerezza: se doveste descrivervi con un film, che film sareste?

You’ve got mail, film del 1998 con Tom Hanks e Meg Ryan
Perché a volte ci sentiamo piccoli ma non rinunciamo a provarci…sempre!

Qual è la colonna sonora/canzone che descrive la vostra attuale fase imprenditoriale?
Time waits for no one di Freddie Mercury.

“…Il tempo non aspetta nessuno
dobbiamo costruire questo mondo insieme o non avremo più futuro”

 

Grazie mille a Claudio e Ludovica!

www.otticasignoressa.it





TAG:

Comunicazione digitale Digital marketing case studies Gestione Instagram Gestione pagina facebook Strategie di digital marketing
BFENTERPRISE

POTRESTI INOLTRE LEGGERE:

nuova paginaChe dati devi PRETENDERE per rendere profittevole il tuo lavoro sui social


Parole Che Scelgono

È arrivato il primo E-Book firmato BFENTERPRISE

Parole Che Scelgono

Pensato per chi ha capito che per essere un vero leader deve trovare il suo stile personale, quel pizzico di magia che fa innamorare tutti. Leggendolo troverai esercizi, spunti e nozioni utili, ma soprattutto tanto tanto amore per il tuo lavoro.

SCOPRI L'E-BOOK


ARTICOLI

CORRELATI

Iscriviti alla nostra newsletter!

Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.

    IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU

    Linkedin BFENTERPRISE Instagram BFENTERPRISE