× Le email automatiche - tipologie ed esempi utili I grandi classici Le chiccherie
indice articolo Indice
Le email automatiche – quando e perché usarle

Le email automatiche – quando e perché usarle

Pubblicato il: 12 Novembre 2021

Costruire per comunicare

Se sentiamo parlare di email automatiche pensiamo subito a qualcosa di artificiale, meccanico, freddo. Quante volte, da utenti, avete storto il naso leggendo un’email che fingeva di essere naturale quando era palese che fosse totalmente automatica? Del tipo:

Caro Silvia,
Benvenuto. Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter!
(ecc.)

Cose di questo genere lasciano una sensazione di poca cura, e a noi dispiace, perché le email automatiche hanno tantissimo potenziale per le aziende, solo che spesso e volentieri vengono banalizzate per pigrizia o ingenuità.

L’invio automatico di email serve a noi, aziende, per poter comunicare con un database di contatti senza dover scrivere a mano ogni singola email. Sarebbe impensabile gestire manualmente anche solo 20-30 contatti email, figuriamoci se il nostro database ha 100 e più contatti – come ci e vi auguriamo. Per fortuna la tecnologia ci serve su un piatto d’argento gli automatismi, ed è nostro dovere imparare ad usarli in modo strategico.

Cosa vuol dire “in modo strategico”? Per noi, BFENTERPRISE, significa far sembrare veramente naturali, umane e personalizzate le email che inviamo in automatico dalle nostre piattaforme di email marketing. Al di là dei campi personalizzabili con nome e altri parametri, quello che ci interessa è la cura del testo e delle eventuali immagini che inseriamo in queste email.

Ecco un esempio di un’email automatica BFENTERPRISE, che gli utenti ricevono dopo aver chiesto informazioni sul nostro corso Facebook, tramite form di contatto:

mail di benvenuto automatica

Email automatica post richiesta di informazioni sul corso Facebook BFENTERPRISE

Ve lo proponiamo non per auto-incensarci – chi si loda si imbroda-, ma perché abbiamo notato che spesso il nostro pubblico ci risponde. Ogni volta che arriva una risposta ai nostri automatismi ci viene un sorriso a 78 denti, grande come quello di un coccodrillo! Non è bellissimo? Significa che siamo riusciti a rendere umana e personale una comunicazione che per definizione non lo è.

Cosa ci viene in tasca? La possibilità di accorciare la distanza tra noi e il nostro possibile cliente. Vi sembra poco?

Inoltre, proprio grazie a queste piccole comunicazioni “di servizio”, abbiamo un’occasione in più per dirottare l’utente su altri nostri canali di comunicazione (blog, social…). Lo potete vedere negli esempi qui di seguito!

Le email automatiche - tipologie ed esempi utili

Nel guardare la nostra carrellata di esempi e casistiche di email automatiche, fate attenzione agli oggetti: vedete che si cerca di non usare il maschile, perché non va bene per un pubblico femminile e “tradirebbe” l’automatismo?
Fate caso anche agli inviti all’azione. Noterete che i pulsanti e le CTA (call to action o inviti all’azione) rimandano l’utente su altri canali di comunicazione aziendale, aprendo nuove possibilità dopo l’acquisto/l’azione già compiuta.

I grandi classici

Ecco i casi più standard in cui va predisposto l’invio automatico di email:

  1. Post richiesta informazioni/compilazione di un form di contatto

    Email automatica post richiesta informazioni tramite form di contatto su sito web

  2. Conferma acquisto

    Email automatica post acquisto

    Email automatica post acquisto

  3. Conferma consegna/spedizione di un prodotto

    Email automatica di conferma spedizione

  4. Richiesta di recensione

    Email automatica con richiesta di recensione

  5. Iscrizione newsletter

    Esempio di email automatica post iscrizione a newsletter

  6. Carrello abbandonato

    Esempio di email automatica in caso di carrello abbandonato

  7. Invio/conferma di credenziali
    Invio/conferma di credenziali

    Invio/conferma di credenziali

    Esempio di email automatica con invio di credenziali

Le chiccherie

Qui, invece, abbiamo le email automatiche più articolate e raffinate, che possiamo inviare dopo che il pubblico scarica qualcosa dal blog aziendale (uno scaricabile gratuito, o l’articolo stesso).

  1. Si può inviare un’email singola di ringraziamento e conferma download

    Esempio di email automatica post download di scaricabile

  2. Si può creare un funnel di coinvolgimento, che prevede l’invio di un tot di email concatenate, che culminano in una proposta commerciale del servizio collegato all’articolo letto dall’utente. Siete curiosi di vedere un funnel BFENTERPRISE? Leggete questo articolo su come realizzare un piano editoriale social e scaricate lo scaricabile che trovate in fondo alla pagina!


Corso social

Corso individuale di Social Media Marketing

BFENTERPRISE

Corso individuale per aziende e professionisti che vogliono usare i canali social come base per fidelizzare i clienti e acquisirne di nuovi, attraverso una comunicazione originale, coerente e curata. Gli insegnanti hanno un ruolo di management all’interno di BFENTERPRISE.

VAI AL CORSO


TAG:

Come fare email marketing Strategie web marketing
BFENTERPRISE

POTRESTI INOLTRE LEGGERE:

nuova paginaMini guida per creare grafiche social


Parole Che Scelgono

È arrivato il primo E-Book firmato BFENTERPRISE

Parole Che Scelgono

Pensato per chi ha capito che per essere un vero leader deve trovare il suo stile personale, quel pizzico di magia che fa innamorare tutti. Leggendolo troverai esercizi, spunti e nozioni utili, ma soprattutto tanto tanto amore per il tuo lavoro.

SCOPRI L'E-BOOK


ARTICOLI

CORRELATI

Iscriviti alla nostra newsletter!

Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.

    IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU

    Linkedin BFENTERPRISE Instagram BFENTERPRISE