indice articolo Indice
Come individuare il target del proprio blog

Come individuare il target del proprio blog

Pubblicato il: 3 Maggio 2021

Guide di digital marketing

Un ragionamento fatto insieme vale molto più di una sequenza di istruzioni senza testa né cuore. Buona riflessione sul target del vostro blog aziendale!

Come cominciare l’analisi del target blog? Con un passo indietro

Il lettore medio di un blog sa di essere sconosciuto a chi scrive, perché è oggettivamente così. Anche quando gli diamo del tu e gli parliamo con tono amichevole, come se lo conoscessimo bene, in realtà stiamo cercando di avvicinarci ad un perfetto sconosciuto. Lo stiamo facendo anche noi mentre scriviamo questo articolo, e non c’è niente di male! L’importante è esserne consapevoli.

Noi crediamo che il primo passo da fare per individuare il target del proprio blog sia un passo indietro. Noi, aziende, dovremmo smetterla di avere la presunzione di conoscere chi ci legge solo perché abbiamo analizzato qualche dato e abbozzato un pensiero su chi è il nostro cliente ideale. Sapere chi c’è dall’altra parte dello schermo è veramente difficile, ma soprattutto richiede almeno un po’ di articoli pubblicati e qualche riscontro* da parte del pubblico. 

 

Sembra paradossale, ma il marketing e la comunicazione online (a cui fa capo anche l’attività di blogging) hanno bisogno di astrazione e ragionamento per essere concreti. Poi arrivano anche i dati, certamente.  

Per un bel po’ di tempo noi non conosceremo veramente la nostra audience, né possiamo controllarla con i dati. Non la possiamo conoscere perché ci vuole un bel rodaggio prima che qualcuno compia azioni più impegnative della semplice lettura di un articolo, uscendo dalla comodità dell’anonimato; non possiamo controllarla con i dati perché dobbiamo raccoglierne un bel po’ per avere un campione attendibile da analizzare.

Il pubblico di riferimento è un’operazione artificiale

Quello che possiamo controllare, però, è la tipologia di persone a cui vogliamo rivolgerci. Possiamo scegliere a chi parlare, ma anche a chi non parlare. Questa scelta va fatta chiedendosi, sinceramente, chi possiamo interessare e intercettare online con più facilità.

Ricordiamoci che non stiamo veramente conoscendo chi sta al di là dello schermo! Stiamo creando un pubblico selezionato, con delle caratteristiche scelte da noi: questa è un’operazione al 100% artificiale! 

Detto ciò, l’unico modo per delineare le caratteristiche del target di riferimento, quello che vogliamo e scegliamo per la nostra azienda, è partire da alcune domande che vedremo qui di seguito.

Definizione del target: farsi le domande giuste

La primissima domanda non è “cosa mi serve sapere sul mio target di riferimento?” ma “a quali domande devo rispondere per capire a che pubblico voglio rivolgermi?”

Aspetti da considerare per delineare il target del blog aziendale

Marketing

Che funzione deve avere il blog? In che modo è utile all’azienda?

Quali fasce di pubblico potete intercettare più facilmente online?

Caratteristiche demografiche

Caratteristiche demografiche blog

Che età ha in media il pubblico? -> questo ci serve per capire in che fase della vita si trova, e quindi che esigenze possiamo soddisfare 

C’è una netta predominanza femminile o maschile, con caratteristiche marcate dell’una o dell’altra categoria**? -> se sì, possiamo dare una sfumatura in più al linguaggio, ed escludere già in partenza i contenuti che non interesserebbero le persone che abbiamo in mente 

Dove vive questo pubblico? -> la geografia è cultura allo stato puro. Il luogo in cui nasciamo/cresciamo/viviamo influenza il nostro modo di esprimerci, di comportarci e di interagire con le persone! Più importante di così si muore

In che situazione familiare si trova? -> Pensate a quanta differenza ci può essere tra chi va a scuola o all’università, chi si è appena sposato, chi ha figli, chi ha figli grandi e chi ha figli piccoli. Fasi di vita diverse = esigenze completamente diverse!

Che potere di spesa ha? -> Lo diciamo in modo banale e diretto: le differenze di reddito generano differenze nelle esigenze che una persona ha tutti giorni 

Che lavoro fa? -> Questo dettaglio ci interessa soprattutto nel caso di un target B2B. Se ci rivolgiamo a dei privati, la posizione lavorativa ci serve per aggiungere un dettaglio in più sulla loro vita (e quindi sulle esigenze che hanno)

Caratteristiche psicologiche (in gergo tecnico “psicografiche”)

Caratteristiche psicologiche blog

A differenza della demografia, che può avere dei contorni piuttosto decisi, la psicografia è più complessa da affrontare, perché tratta sfumature e percezioni che riguardano l’essere umano. È difficile fare di tutta un’erba un fascio, quando sappiamo che ogni persona ha interessi, passioni, paure e desideri profondamente differenti, ma qui siamo chiamati a fare proprio questo, perché abbiamo bisogno di avere dei punti di riferimento per orientare il blog verso dove vogliamo noi. 

Che interessi ha il target di riferimento? -> Questo ci aiuterà a trovare degli argomenti per i nostri articoli

Quali sono le sue paure e le difficoltà che incontra quotidianamente? -> Grazie a questo dettaglio possiamo determinare in che modo possiamo essere utili, che tipo di problemi possiamo risolvere, quante e quali rassicurazioni possiamo dare

Quali sono le sue passioni e le sue ambizioni? -> Da qui partiamo per generare ispirazioni ed emozioni. Per farli sognare

Come si informa e come si intrattiene online? -> Questo ci permette di capire cosa fa il nostro pubblico quando è online. Naviga su Google? Facebook? Instagram? LinkedIn? YouTube?

Vi vengono in mente altri dettagli utili per l’analisi del target blog?

Aggiungeteli al file che abbiamo allegato a questo articolo! Contiene una lunga lista di domande ed esempi utili come supporto per l’analisi del vostro target. È gratis, e in un attimo lo potete scaricare tramite il form qui sotto. Buon lavoro!

 

* Per riscontro intendiamo qualsiasi azione compiuta all’interno del nostro blog, come ad esempio l’iscrizione alla newsletter, il download di contenuti gratuiti, commenti (se abilitati), condivisione su altri canali. 

** La suddivisione in maschile/femminile non corrisponde necessariamente a uomo/donna.



Una lista di domande utili, ricca di esempi

Abbiamo preparato questa lista di domande ed esempi per guidarvi nell'analisi del target blog. Compila questo form per scaricarla gratuitamente!






    Parole Che Scelgono

    È arrivato il primo E-Book firmato BFENTERPRISE

    Parole Che Scelgono

    Pensato per chi ha capito che per essere un vero leader deve trovare il suo stile personale, quel pizzico di magia che fa innamorare tutti. Leggendolo troverai esercizi, spunti e nozioni utili, ma soprattutto tanto tanto amore per il tuo lavoro.

    SCOPRI L'E-BOOK


    ARTICOLI

    CORRELATI

    Iscriviti alla nostra newsletter!

    Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.



      IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU