indice articolo Indice
Come fare un piano di marketing per la prima volta – una guida sensata

Come fare un piano di marketing per la prima volta – una guida sensata

Aggiornato il: 29 Aprile 2021

Pubblicato il: 12 Marzo 2021

Guide di digital marketing

A chi è rivolto questo articolo

Come da tradizione del nostro blog, le guide sono pensate per essere in primis materiale di supporto per i nostri corsi. Anche questo articolo è una guida, ma vuole essere anche un messaggio un po’ fuori dagli schemi.

È dedicato agli imprenditori o responsabili marketing che vogliono fare le cose in ordine, pretendono cose precise da misurare e cercano un punto di contatto con la realtà. Non è uno dei soliti articoli che spiegano come fare un piano di marketing dando per scontato che chi legge capisca al volo di cosa si parla.

BFENTERPRISE

Cos’è un piano di marketing

Definizione emozionale: il piano di marketing è l’unico e solo metro di misura per valutare il raggiungimento degli obiettivi di marketing.

Definizione oggettiva: il piano di marketing è un documento che racchiude quattro cose fondamentali per l’attività di promozione di un brand:

  1. Obiettivi, ovvero cosa vogliamo ottenere
  2. La strada da percorrere per raggiungere gli obiettivi, ovvero le cose da fare
  3. Cosa misurare, i famosi “KPI”, ovvero i numeri che ci dicono se siamo sulla rotta giusta

Il budget da dedicare

Se non hai tempo, non fare il piano di marketing.
Hai ben altri passaggi da fare

Fare un piano di marketing per la prima volta non è semplice, è complesso (ma non complicato!). 

Ci vuole pazienza.

Bisogna analizzare cosa fanno i competitor, bisogna avere la giusta ispirazione e a volte anche il colpo di genio.

Non si fa tutto in un’ora.

Se non hai tempo, hai ben altro da risolvere nella tua azienda prima di fare il piano di marketing.

Che ci posso fare?

[fine della premessa un po’ troppo diretta, ma sincera]

Chi realizza il piano di marketing?

Tu lo realizzi, è tua l’azienda.

È giusto farsi aiutare, parlare con professionisti o aziende che si occupano di marketing (o affini), ma l’azienda è tua.

wanted

Tu conosci il tuo pubblico, o almeno dovresti.

Tu conosci il budget che puoi tirare fuori.

Tu hai ambizioni per la tua azienda.

Nessuno ha detto che il compito dell’imprenditore sia saper fare le cose…. altrimenti facevi il professionista o il bravo dipendente.

Si può delegare il compito ad un responsabile marketing

Attenzione: il responsabile marketing può creare il piano di marketing solo se ha il giusto potere decisionale.

Creiamo un piano di marketing passo dopo passo

Obiettivi del piano marketing

Obiettivi del piano marketing

Iniziamo la preparazione del documento in cui scriveremo il canovaccio del nostro piano di marketing, andandolo a completare man mano che acquistiamo consapevolezza sull’argomento e sul contesto aziendale.

Cosa vogliamo ottenere?
Questa è la prima cosa da mettere nero su bianco, sennò a cosa serve il piano?

Va bene essere ambiziosi, ma scriviamo precisamente cosa vogliamo ottenere, magari diamoci anche una data di scadenza, ovvero entro quando vogliamo raggiungere i risultati di questo piano.

Possiamo mettere obiettivi di tutti i tipi, dalle visualizzazioni del sito al lancio di nuovi servizi. Possiamo addirittura indicare il fatturato ambito, anche se quest’ultimo non è un obiettivo, ma la conseguenza del raggiungimento di obiettivi intermedi.

Il nostro vantaggio competitivo

Il nostro vantaggio competitivo

Definiti gli obiettivi, inizia il bello.

Procedendo a piccoli passi, scriviamo qual è il nostro vantaggio competitivo nel mercato a cui ci rivolgiamo.

Questo è un passaggio molto forte, da avere ben chiaro e che, probabilmente, per cui dovrete fermarvi e ragionare a fondo.

Il vantaggio competitivo dev’essere reale e convincente, perché sarà il punto fermo del nostro piano.

È logico che fare un piano di marketing senza un vantaggio competitivo da spendere, è davvero faticoso.

I competitor

I competitor

Come gli atleti professionisti, anche noi dobbiamo studiare i nostri avversari.

Dobbiamo sapere chi sono, cosa fanno, come comunicano e anche qual è il loro vantaggio competitivo.

È da questo report che inizieranno a maturare le idee.

Troveremo fasce di mercato scoperte, leve economiche su cui insistere, punti deboli dei concorrenti… 

Va tutto inserito nel nostro documentone.

Attenzione, perché a questo punto spesso succede una cosa molto importante e che ci costringe a riflettere a fondo: scopriamo che il nostro vantaggio competitivo non è veramente un vantaggio che abbiamo solo noi. Tranquilli, è normale e giusto ricominciare a pensarci.

Valutazione dei competitor

Avendo fatto il report sulla concorrenza, iniziamo a creare la classica matrice SWOT.

La strategia e il budget

Ora abbiamo tantissimo materiale.

Sappiamo cosa vogliamo fare, contro chi ci scontriamo e le armi che abbiamo a disposizione.

Creiamo la strategia per arrivare agli obiettivi stabiliti!

  • capiamo su quali canali comunicare e cosa comunicare
  • valutiamo le stagionalità
  • identifichiamo le singole campagne promozionali

Fondamentale: individua, stima o inventa un budget da investire per attuare questo piano di marketing! Il budget ci serve per poter scegliere eventuali fornitori, fare una campagna piuttosto che un’altra… insomma, ci serve per capire quanto in là ci possiamo spingere.

Tabella di marcia

Semplice: mettiamo a calendario le attività della strategia di marketing.

Facciamo in modo di completare tutto entro un tempo utile per raggiungere gli obiettivi.

Facciamoci aiutare

È difficile portare avanti tutte le attività da soli! Piuttosto cerchiamo di trovare delle persone che ci possano aiutare nel nostro percorso e diamo loro delle responsabilità [nel vero senso della parola].

KPI

Come facciamo a capire se stiamo andando nella giusta direzione?

Fissiamo dei valori intermedi da tenere sott’occhio per capire se il piano funziona o se è il caso di ritirarlo in corso d’opera.

I KPI devono essere coerenti con gli obiettivi che vogliamo raggiungere.

Un pensiero in tutta franchezza

Quella che hai letto finora, è la nostra versione del piano di marketing.

Ci siamo scontrati anche noi con questo documentone: non potremmo parlarnvene senza averlo prima padroneggiato noi stessi. Ci sono passati anche i nostri clienti e collaboratori.

Onestamente, la parte più difficile è sempre la stessa: sapere dove si vuole arrivare (obiettivi) e scoprire che non c’è (finora) un vero vantaggio competitivo.

Una volta superato questo, la strada è tutta in discesa.

Scarica un modello da compilare per preparare il tuo piano di marketing

È un Google Doc semplice semplice, con tutti i passi raccontati qui sopra, riordinati e disposti uno sotto l’altro.

Inserisci i tuoi dati per ricevere il link al documento (da copiare nel tuo account Google Drive).



Scarica un modello da compilare per preparare il tuo piano di marketing

È un Google Doc semplice semplice, con tutti i passi raccontati qui sopra, riordinati e disposti uno sotto l’altro. Inserisci i tuoi dati per ricevere il link al documento (da copiare nel tuo account Google Drive).






    Parole Che Scelgono

    È arrivato il primo E-Book firmato BFENTERPRISE

    Parole Che Scelgono

    Pensato per chi ha capito che per essere un vero leader deve trovare il suo stile personale, quel pizzico di magia che fa innamorare tutti. Leggendolo troverai esercizi, spunti e nozioni utili, ma soprattutto tanto tanto amore per il tuo lavoro.

    SCOPRI L'E-BOOK


    ARTICOLI

    CORRELATI

    Iscriviti alla nostra newsletter!

    Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.



      IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU