indice articolo Indice

Call to action efficaci: leggi qui per saperne di più!

19 Novembre 2017

Google & Friends
BFENTERPRISE

Il mondo delle call to action

Vuoi imparare a creare call to action efficaci e mai banali? Il pensiero di usare ancora  Ordina subito, Clicca qui e Acquista ora ti fa venire l’orticaria? Ti capiamo perfettamente.

 

 

In questa guida ti forniremo tutte le indicazioni necessarie per ideare CTA originali e soprattutto non artificiali. Tratteremo i seguenti punti:

  • cos’è e a cosa serve una call to action;
  • le caratteristiche di una CTA efficace;
  • i punti migliori di una pagina web per inserire una CTA;
  • i pulsanti e i design più accattivanti;
  • i colori ideali.

Cos’è e come si presenta una chiamata all’azione

Una call to action è una chiamata all’azione inserita in una pagina web sotto forma di immagine, link o testo cliccabile all’interno di un bottone. Con la CTA chiedi a un utente di compiere un’operazione specifica sul tuo sito, come:

  • scaricare una risorsa gratuita o a pagamento;
  • acquistare un prodotto;
  • iscriversi alla tua newsletter;
  • compilare un form per richiedere un preventivo o fissare un appuntamento;
  • condividere un articolo;
  • diventare fan delle tue pagine social.

I requisiti di una CTA efficace

Il requisito numero uno di una CTA efficace è l’incentivo all’azione. Se chiedi ai tuoi utenti di fare qualcosa, devi dar loro una buona ragione per accontentarti.
In una CTA incentivante il vantaggio dev’essere chiaro e immediato. Assicurati che i visitatori del tuo sito sappiano quali benefici trarranno dal compiere l’azione richiesta. Specifica cosa troveranno nella landing page.
In questa CTA Microsoft Office invita gli utenti a scoprire i vantaggi del passaggio al cloud, sfatandone i luoghi comuni.

 

 

Il testo cliccabile, collocato in basso, attira subito l’attenzione perché è di un colore diverso – il blu – che contrasta con l’immagine in rosso alla sinistra. L’invito all’azione è rafforzato da una freccia, elemento grafico che spinge a proseguire.
In questa CTA l’utente capisce subito che cliccando otterrà un eBook gratuito, dove troverà risposta ai suoi dubbi sul passaggio al cloud.
Offrire risorse gratuite agli utenti li rende più propensi a dare qualcosa in cambio. Nella landing page successiva, Microsoft invita a compilare il form con i dati per scaricare l’eBook gratuito.

 

Attivo e imperativo: il verbo della CTA

Non solo il vantaggio, anche l’azione richiesta all’utente dev’essere chiara. L’ideale è iniziare la CTA con un verbo attivo all’imperativo. Esempi: Scarica l’eBook gratuito; Ricevi l’oroscopo del giorno; Ottieni il tuo buono sconto da 5 euro.
Il testo dev’essere specifico: un requisito importante anche a livello SEO. In questa pagina web in cui pubblicizza i suoi servizi di email marketing, MailChimp spiega agli utenti l’importanza di avere un secondo cervello per far decollare un’attività.

 

 

La call to action inserita in un bottone rettangolare azzurro risalta sullo sfondo bianco. Per il copy MailChimp non usa un banale Per saperne di più, ma specifica: Scopri di più sui cervelli.

CTA: corta è meglio

La CTA dev’essere breve. La lunghezza ideale va dalle 2 alle 5 parole, perciò cerca di non andare oltre. Per le sue CTA il motore di ricerca hotel Trivago usa lo stesso azzurro del logo e una-due parole secche e chiare: Cerca; Vedi l’offerta.

 

 

Se devi inserire ulteriori informazioni per chiarire il testo della CTA, aggiungi qualche riga nello spazio sottostante in un font più piccolo.

 


Usa le icone per essere ancora più chiaro. Ad esempio aggiungi l’icona di un carrello alla CTA Aggiungi al carrello.

 

Per rendere la tua CTA immediatamente riconoscibile e più familiare per l’utente ripetila più volte.

Dove inserire la CTA

La CTA dev’essere immediatamente visibile. Inseriscila in un punto della pagina facilmente individuabile.
Se vuoi trasformare i visitatori in potenziali acquirenti, generando lead, piazza la CTA in una pagina del sito visitata da molti nuovi utenti. I punti migliori sono la fine di un post; in alto a destra; la sidebar; una finestra pop-up.

Individua la collocazione migliore con le mappe di calore

Per capire dove si soffermano gli utenti sul tuo sito e quali azioni compiono usa le heat maps. Le mappe di calore sono rappresentazioni grafiche del comportamento dei visitatori in cui i valori sono indicati dai colori. Questi strumenti ti rivelano:

  • fino a che punto l’utente scorre la pagina (scroll maps);
  • gli spostamenti del mouse sulla pagina (hover maps);
  • le azioni (clic) che l’utente compie sulla pagina (click maps).

Grazie a queste preziose informazioni puoi sapere qual è la posizione migliore per piazzare la CTA e aumentare le conversioni. Per creare una mappa di calore puoi usare strumenti come Crazy Egg.

 

 

La mappa di calore della City University London

Be visible, be a CTA

Assicurati che la CTA sia abbastanza grande da essere vista facilmente. La call to action dev’essere cliccabile senza sforzi anche da mobile. Ma occhio a non esagerare con le dimensioni. Distrarresti l’utente dal contenuto principale, che fornisce informazioni importanti sui tuoi servizi/prodotti.
Ecco un esempio di CTA che attira subito l’attenzione: lo sfondo arancione della freccia e il testo bianco in stampatello spiccano sul banner verde. Lo sguardo è attirato dal box scuro sulla sinistra e dai testi in bianco e in nero sopra la freccia. I testi anticipano all’utente i contenuti della risorsa, persuadendolo a scaricarla.

 

L’importanza del colore per aumentare le conversioni

La CTA deve adattarsi allo stile della pagina web, ma nello stesso tempo risaltare. L’ideale è usare i colori del brand e giocare con contrasti e coppie felici di colori.
Ricordati che il colore del testo non dev’essere mai troppo simile a quello dello sfondo del bottone. Anche in questo caso sfrutta i contrasti per rendere leggibile il testo. Non usare una scritta bianca su uno sfondo giallo chiaro, tanto per intenderci.
Scegli con attenzione la palette. Il rosso ad esempio è percepito come un colore vincente, ma in alcune culture e contesti può suggerire ansia, pericolo.
Fai sempre dei test A/B per verificare quale colore performa meglio. Secondo Unbounce, i bottoni delle call to action più efficaci sono grandi, animati e arancioni/rossi. L’arancione è indubbiamente un colore che trasmette una grande carica: usalo per veicolare energia ed entusiasmo.

 

 

I bottoni arancioni/rossi in una serie di test hanno convertito meglio di altri colori molto usati nelle CTA delle pagine web, come il verde e l’azzurro.

Fatti i test tuoi!

Ma ricorda: non esiste una regola applicabile a ogni CTA. Quello che funziona su un sito potrebbe non funzionare su un altro. Non scegliere un colore solo perché hai letto che converte meglio di un altro. Studia i bisogni del tuo target e crea CTA che non si perdano nel design del sito, in grado di farsi notare dai tuoi utenti.
Anche il tono delle CTA deve rispettare le esigenze del tuo target. Per questo è importante che tu conduca i tuoi test, sperimentando diversi tipi di design e copy.

Strategie da CTA

Se devi convincere ad acquistare un prodotto sfrutta:

  • il principio di riprova sociale. Giocati i numeri se sono alti, o elenca i marchi/persone famose che ti hanno già scelto. Puoi usare formule come “11.000 persone ci hanno già scelto”, “Anche Paperon de’ Paperoni ha aperto un conto deposito da noi”.
  • il senso di urgenza. Quando inviti a cogliere un’offerta, puoi puntare sulla disponibilità temporale o numerica limitata: Fino al 31 dicembre in promo a 99 euro!; Solo 100 posti disponibili, riserva il tuo subito!. Ma sii sempre onesto. Non mentire e non creare false aspettative.

Più clic con il copy giusto

Sfrutta i click triggers per aggiungere informazioni che possono aumentare il CTR (Click Through Rate, la percentuale di clic). Tra questi rientrano recensioni positive, informazioni su resi e rimborsi gratuiti; informazioni sul pagamento, come Non è necessaria la carta di credito, Prima rata da gennaio 2018; benefici che derivano dall’azione richiesta, esempio: Consegna gratuita in 2 giorni.

 

 

Una, due ma non centomila CTA

In una pagina possono esserci più CTA. Ad esempio TripAdvisor colloca Registrati in alto a destra e Cerca hotel nella parte destra della barra di ricerca al centro della pagina. Non esiste il numero perfetto. L’importante è non esagerare per evitare di sollecitare eccessivamente l’utente. In una landing page inserisci una sola CTA.

 

 

CTA social

Per le CTA dei social network usa la fantasia, non limitarti ad un piatto Condividi. Rendi l’utente partecipe di un’azione positiva. Fagli capire che con la sua condivisione può fare la differenza. Esempi: Sharing is caring!; Condividi se sei d’accordo!; Aiutaci a salvare altre vite!
Usa frecce, forme, altri elementi grafici, colori accesi e inusuali o una disposizione particolare per attirare l’attenzione sulle icone dei social network.

 

CTA per generare contatti

Se vuoi ottenere contatti, mostrati interessato ai tuoi utenti senza risultare aggressivo. Non devi dare l’impressione di voler vendere qualcosa. Mostra empatia.
Usa un tono di voce amichevole e partecipe. Esempi: Parliamone!; Facciamo due chiacchiere!; Raccontaci il tuo sogno!; Conosciamoci meglio!; Condividi la tua idea con noi!.

 

ARTICOLI

CORRELATI

Iscriviti alla nostra newsletter!

Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.

Ho letto e accetto i termini della informativa sulla privacy e acconsento il trattamento dei dati


IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU