× Newsletter e punteggi spam, una lotta atavica Le principali cause che fanno finire una newsletter nello spam Configurare l’invio autenticato anche dal proprio sito web Un ultimo consiglio per non far finire le newsletter nello spam
indice articolo Indice
Le conoscenze base di sistemistica per mandare email senza che finiscano nello spam

Le conoscenze base di sistemistica per mandare email senza che finiscano nello spam

Aggiornato il: 8 Ottobre 2021

Pubblicato il: 3 Settembre 2021

Guide di digital marketing

Newsletter e punteggi spam, una lotta atavica

Per far sì che le DEM o newsletter non finiscano nello spam ci vuole una certa attenzione non solo di carattere tecnico ma anche redazionale.
Lo sapevate che ogni mail riceve da un software denominato Spamassassin un punteggio spam che va da 0 a 10? Più alto è questo punteggio e più possibilità ci sono che l’email finisca nello spam (posta indesiderata) del destinatario.

Vediamo come si testa una newsletter: entrate su questo sito https://www.mail-tester.com/ e copiate l’indirizzo email che apparirà nella schermata. Inviate a questo indirizzo una mail di senso compiuto, come se scriveste ad un vostro collega o cliente. Poi cliccate sul pulsante blu per controllare il punteggio che avete ottenuto (attenzione, in questo caso dev’essere il più alto possibile), e i vari suggerimenti che vi verranno dati.

Le principali cause che fanno finire una newsletter nello spam

Sarebbe un peccato che, per leggerezza o semplice inesperienza, le vostre campagne di email marketing finiscano nello spam. Con tutta la fatica che si fa a crearle! Meglio sapere prima cosa è meglio evitare, no?
Cosa non fare per non finire nello spam
Di seguito vi elenchiamo una serie di pratiche diffuse che solitamente fanno aumentare il punteggio spam di una mail, dirottandola direttamente nella posta indesiderata:

  1. Link a indirizzi IP
  2. Numero di destinatari elevato in CC e CCN
  3. Tanti punti esclamativi (Tipo: “il modo più sicuro di giocare online!!!!!!!!!!!!!!”)
  4. Parole scritte tutte in maiuscolo o senza significato
  5. Parole comunemente usate dagli spammer “Clicca Qui!” , “Gratis!!!!!” sia nel corpo del testo sia nell’oggetto
  6. L’oggetto non ha senso compiuto
  7. Testo con tanti colori e formattazioni diverse
  8. L’IP da cui si invia è inserito in una blacklist. Potete verificare qui: https://mxtoolbox.com/

Prendete questa lista: se riuscite a barrare tutte le voci, allora le vostre newsletter sono fuori dalle grinfie dello spam!

Configurare l’invio autenticato anche dal proprio sito web

Spesso si ritiene “ovvio” che un sito possa inviare mail senza problemi di spam. E invece no! Purtroppo questa è una delle ingenuità che riscontriamo più comunemente, e che può comportare la perdita di clienti potenzialmente interessati.

Configurare un SMTP autenticato nel proprio sito WordPress (e difenderlo con sistemi antispam come Google Recaptcha) ci permette di dormire sonni tranquilli e far sì che tutte le mail in partenza dal sito arrivino a destinazione con un ottimo tasso di consegna.
Come si configura, nella maggior parte dei casi, un SMTP autenticato?
Dovrete inserire le seguenti informazioni nel plugin che gestisce l’invio delle email dal sito web:

  • Indirizzo del server
  • Username (spesso corrisponde all’indirizzo email)
  • Password
  • Numero di porta
configurazione SMTP mail bank

Screenshot configurazione di Mail Bank

Fate un test prima di chiudere del tutto la configurazione: in caso di errore le mail non partiranno dal vostro sito web.

Un ultimo consiglio per non far finire le newsletter nello spam

Curate al massimo la comunicazione visiva e testuale delle vostre email: gli espedienti tecnici servono a dialogare con i software, ma ricordate che sono sempre e solo le persone ad avere l’ultima parola sul contenuto delle vostre comunicazioni!



Corso social

Corso individuale di Social Media Marketing

BFENTERPRISE

Corso individuale per aziende e professionisti che vogliono usare i canali social come base per fidelizzare i clienti e acquisirne di nuovi, attraverso una comunicazione originale, coerente e curata. Gli insegnanti hanno un ruolo di management all’interno di BFENTERPRISE.

VAI AL CORSO


BFENTERPRISE

POTRESTI INOLTRE LEGGERE:

nuova paginaCome scegliere la piattaforma di email marketing


Parole Che Scelgono

È arrivato il primo E-Book firmato BFENTERPRISE

Parole Che Scelgono

Pensato per chi ha capito che per essere un vero leader deve trovare il suo stile personale, quel pizzico di magia che fa innamorare tutti. Leggendolo troverai esercizi, spunti e nozioni utili, ma soprattutto tanto tanto amore per il tuo lavoro.

SCOPRI L'E-BOOK


ARTICOLI

CORRELATI

Iscriviti alla nostra newsletter!

Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.

    IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU

    Linkedin BFENTERPRISE Instagram BFENTERPRISE