× Non siate precipitosi, meglio avere delle basi solide Infarinatura di base sui canali di comunicazione online Essere digitalmente smart Sapere quando e come essere disponibili La nostra top 7 degli strumenti più utili da utilizzare Tanta pazienza e grinta
indice articolo Indice

La nostra checklist per lavorare nel digitale

Pubblicato il: 1 Aprile 2022

Costruire per comunicare
La nostra checklist per lavorare nel digitale

In questo articolo troverete una checklist agevole e snella per lavorare nel digitale. L’abbiamo scritta pensando a tutti coloro che stanno avviando un’attività imprenditoriale o un progetto personale che trova nei canali online i suoi massimi punti di espressione. Lo scopo di questa checklist è darvi tutte quelle informazioni e “dritte” che non si trovano sui libri e che di certo non vengono insegnate a scuola. Partiamo!

Non siate precipitosi, meglio avere delle basi solide

Viene prima il canale (sito web, social, email, blog…) o il marketing?

Al contrario di quanto si può pensare, l’idea di marketing viene prima di qualsiasi altra cosa. Cercate di avere ben chiare le caratteristiche e i punti di forza del vostro prodotto, e soprattutto pensate bene al pubblico a cui volete rivolgervi. Chi sono i vostri clienti ideali? Come navigano online e perché dovrebbero scegliervi?
Diffidate dalle risposte troppo stringate e superficiali, e state alla larga da chi vi propone soluzioni low cost senza assicurarsi che le vostre basi siano solide.

Infarinatura di base sui canali di comunicazione online

Come funzionano i social? E i siti web?
Avete mai letto una newsletter o l’articolo di un blog? Avete mai fatto un acquisto online?

Non vi chiediamo di rispondere con mille dettagli a queste domande, ma di sicuro ci aspettiamo che sappiate di cosa stiamo parlando. E che siate smaliziati riguardo al tempo e alle energie necessarie per la gestione della comunicazione online: niente si fa con uno schiocco di dita, proprio niente. E nulla è scolpito nella pietra: bisogna essere flessibili e adattarsi ai cambiamenti, anche nelle strategie.
Preparatevi a mettervi in gioco e a farvi “un mazzo così”.

Essere digitalmente smart

Anche qui, non vi stiamo dicendo di diventare dei maghi del computer, ma ci sono delle cose che non potete non conoscere. Ve le elenchiamo:

  1. Saper leggere e scrivere correttamente le email
  2. Saper organizzare la gestione dei clienti e le relazioni che si creano, con le dovute accortezze in termini di Customer Care
  3. Utilizzare degli strumenti affidabili per l’archiviazione e la condivisione di materiali di lavoro. L’ideale è che siano strumenti in cloud, e quindi disponibili online, così
    non rischiate di perdere pezzi per strada
    evitate i rosari di email con allegati pesanti
  4. Avere una conoscenza base di sicurezza informatica, per attivare un buon Antivirus e non condividere mai dati sensibili (password in primis)

Sapere quando e come essere disponibili

Pensate che essere sempre disponibili su tutti i canali sia la soluzione migliore?

Non è proprio così. Non serve a nulla essere iper-disponibili se poi questa disponibilità non è efficace e anzi allunga i tempi di risposta e risoluzione dei problemi.
Studiate un sistema per essere disponibili con efficacia, sia verso l’interno (colleghi e collaboratori) che verso l’esterno (clienti).

La nostra top 7 degli strumenti più utili da utilizzare

Per la gestione dei progetti: Asana, eccezionale e completo, di cui il nostro Filippo è addirittura Ambassador 🙂 Se avete bisogno di capire come funziona, lui è ferratissimo e potrà dirvi tutto!

Per avere una buona organizzazione amministrativa: Fatture In Cloud, semplice, intuitivo, davvero ottimo per un’Amministrazione non troppo complessa.

Per lavorare in team: la suite di Google Drive per la creazione e condivisione di materiali. Tutti i documenti si salvano in tempo reale, rimangono aggiornati e sono facilmente accessibili da più persone in qualsiasi momento e da qualunque dispositivo.

Per avere il controllo dell’agenda e degli appuntamenti: Google Calendar, che ti manda pure gli avvisi sul telefono.

Per organizzare riunioni online: Google Meet, che genera in automatico link da cliccare per entrare nella videoconferenza. Basta un copia e incolla e il link sarà condiviso con chi deve entrare nella riunione.

Per avere una chat di lavoro: noi siamo grandi fan di Telegram. Su questa app di messaggistica abbiamo creato un gruppo per ogni progetto, il che ci permette di smistare e tenere ordinate le comunicazioni estemporanee tra colleghi
Alternative a Telegram: Trello, WhatsApp (attenzione però al mix tra numero privato e professionale).

Tanta pazienza e grinta

Questo è l’ultimo punto della nostra checklist, un po’ meno pratico e più attitudinale: siate pazienti, andate con ordine, fate passi piccoli ma saldi, e non perdete mai la grinta che vi ha spinto a cominciare il vostro progetto. Se siete voi i primi a crederci, poi arriveranno anche gli altri.





TAG:

Lavorare nel digitale
BFENTERPRISE

POTRESTI INOLTRE LEGGERE:

nuova paginaLa fatidica differenza tra Google Ads e Social Ads


Parole Che Scelgono

È arrivato il primo E-Book firmato BFENTERPRISE

Parole Che Scelgono

Pensato per chi ha capito che per essere un vero leader deve trovare il suo stile personale, quel pizzico di magia che fa innamorare tutti. Leggendolo troverai esercizi, spunti e nozioni utili, ma soprattutto tanto tanto amore per il tuo lavoro.

SCOPRI L'E-BOOK


ARTICOLI

CORRELATI

Iscriviti alla nostra newsletter!

Sarà il nostro appuntamento fisso: un modo per dimostrarvi tutta la cura e attenzione che vi dedichiamo ogni giorno.

    IL NOSTRO MONDO CONTINUA SU

    Linkedin BFENTERPRISE Instagram BFENTERPRISE